Come creare una presenza on line

Come creare una presenza on line

Per qualsiasi brand moderno, indipendentemente dal settore, una presenza on line è fondamentale.

Le aziende B2C devono interagire con i consumatori su piattaforme digitali, mentre le B2B possono utilizzare queste stesse piattaforme per posizionarsi come “leader di pensiero”. Aziende senza Twitter o Instagram attivi sono invisibili. Queste piattaforme sono i modi più semplici e veloci per comunicare con il pubblico di pertinenza.

Ma i nuovi brand spesso fanno fatica nel costruire questa presenza.

  • O non riescono ad analizzare esattamente le tipologie di contenuti per il loro pubblico
  • O semplicemente si arrendono quando non vedono risultati immediati.

La crescita dei social media è lenta: le pagine devono essere costantemente aggiornate, monitorate e curate.

Che cos’è esattamente una “presenza on line?”

“Presenza Digitale”. Questo termine si riferisce alla presenza di account social media attivi e facilmente identificabili. Sebbene il termine “social media” sia molto ampio, in genere fa riferimento a una manciata di piattaforme principali: Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn e TikTok.

Queste piattaforme sono tutte molto diverse tra loro. Sebbene vi sia una sovrapposizione, la base di utenti e il contenuto ideale sono drasticamente diversi. Ad esempio, un video breve e virale funzionerebbe bene su TikTok, orientato agli adolescenti, ma non su LinkedIn orientato al business.

Comprendere le esigenze di ogni pubblico in relazione a queste piattaforme è una componente chiave per costruire un’impronta digitale.

Twitter è principalmente basato sul testo e il suo limitato di 140 caratteri significa che le frasi brevi e incisive sono l’ideale. Twitter può ospitare contenuti come immagini e video, ma gli utenti si aspettano l’interattività oltre ogni altra cosa. Le aziende dovrebbero interagire con utenti, celebrità e altri brand.

Instagram è principalmente incentrato su immagini e video. Immagini luminose, audaci e accattivanti sono ciò che funzionano su questa piattaforma.

Facebook sta attualmente andando molto bene con i contenuti video di lunga durata. Sebbene i contenuti video possano funzionare bene su Instagram, le aziende dovrebbero anche sfruttare questo social network.

Cosa significa “buoni” contenuti?

Le specifiche di questo dipendono dal pubblico, dalle loro esigenze e aspettative. Ma in senso generale, il contenuto dovrebbe avere una delle seguenti caratteristiche: Emozionale, Educativa o Divertente.

Il contenuto emotivo è progettato per suscitare una risposta specifica. Sebbene questo possa essere collegato direttamente a un prodotto o servizio specifico, i brand moderni stanno riscuotendo successo semplicemente introducendo contenuti che si riferiscono solo al loro marchio in senso lato.

I contenuti educativi cercano di rendere i consumatori più consapevoli o informati. Può essere specifico per un prodotto: un breve video può evidenziare una o due caratteristiche importanti di esso. Ma può anche essere correlato al settore nel suo insieme: un produttore di alimenti vegani potrebbe avere successo twittando link a ricette biologiche vegane.

Scopri perché i consumatori acquistano o utilizzano un prodotto e capisci come questo si adatta al loro stile di vita. La creazione di contenuti (o anche la condivisione di contenuti preesistenti), fa si che il brand riesca a comprende le esigenze del cliente oltre a comprendere meglio la relazione transazionale.

L’intrattenimento è una categoria ampia, ma è effettivamente un contenuto ritenuto “divertente” o “interessante” ma non promuove il marchio in alcun modo diretto. Ciò include video divertenti generati dal marchio o anche collegamenti ad articoli interessanti. Un brand che si occupa di fitness può condividere il regime di allenamento di una celebrità.

La creazione di una varietà di contenuti che rientrano in queste categorie è di fondamentale importanza per i nuovi marchi. Questo è il modo migliore per apprendere quale contenuto è più efficace.

  • Cosa condivide il pubblico di destinazione?
  • Su cosa è più probabile che commentino?

Più persone interagiscono con un brand sui social media, più è probabile che gli altri utenti lo vedano.

Usa il targeting per le parole chiave

Si chiamano parole chiave per un motivo. Sono i termini importanti usati per il settore, il brand e il pubblico di destinazione. Monitora e utilizza le parole chiave di cui parlano attivamente altri brand e utenti.

Oltre a ciò che è nuovo e degno di nota, i nuovi brand devono assicurarsi di utilizzare parole chiave che aiuteranno i clienti a trovarle. Ciò include query di ricerca del settore e hashtag specifici. Crea contenuti che utilizzino queste parole e rispondano a queste domande. Un fornitore di materassi può scegliere come target la frase “qual è il miglior materasso?” creando un blog che tenti di rispondere a questa domanda.

L’uso corretto delle parole chiave crea il successo a lungo termine.

Come accennato in precedenza, tutte le piattaforme di social media sono diverse. Sebbene di solito ci siano alcune sovrapposizioni, gli utenti di Instagram potrebbero cercare un particolare settore in un modo molto diverso rispetto agli utenti di LinkedIn. Qualcuno alla ricerca di una nuova sedia da ufficio su Instagram probabilmente ne ha bisogno solo per uso personale. La stessa ricerca su LinkedIn potrebbe invece tradursi in “sostituire le sedie di un intero ufficio”.

Contestualizza i contenuti in base alla piattaforma, il pubblico e le loro esigenze.

È anche importante concentrarsi sulle parole che le persone dovrebbero associare al marchio. Usa queste parole in tandem con altre chiavi per creare una forte identità attorno a un brand.

Questa è una maratona infinita

Per i nuovi brand, i primi mesi sui social media richiedono la volontà di sperimentare cose nuove e un sacco di determinazione. La presenza sui social media si sviluppa e si affina nel tempo. Anche il più grande team di social media con risorse illimitate non sarà in grado di fare magie dall’oggi al domani. Le nuove attività devono affermarsi online, ma questo richiede mesi.

Spesso, i nuovi marchi abbandonano le loro pagine o strategie quando non vedono risultati immediati. Più tempo e impegno vengono spesi per accrescere una presenza, migliore sarà il risultato.

Sul sito web della tua Radio, usa un linguaggio che metta gli ascoltatori al primo posto!

Sul sito web della tua Radio, usa un linguaggio che metta gli ascoltatori al primo posto!

I Direttori artistici spesso dicono ai Conduttori radiofonici di usare parole che mettano l’ascoltatore al primo posto nelle loro trasmissioni.
Ad esempio, invece di dire: “Tra poco, ti darò la possibilità di vincere mille euro”, uno Speaker dovrebbe affermare: “Tra poco, TU potresti essere più ricco di mille euro!”

È un buon consiglio, certo, che dovrebbe essere seguito anche quando scrivi i testi per il sito web della tua Radio. Tuttavia, in qualche modo, si tende a perderlo di vista quando creiamo le pagine web. Ecco due esempi:

1.Pagina di un concorso

Quando le Radio scrivono un testo per i concorsi, tendono a iniziare con il nome del concorso stesso.
Ma all’ascoltatore non interessa quale sia il nome del concorso!! …a loro importa qual è il premio!

Quale titolo pensi genererà più clic e interesse tra queste due voci?

“Concorso Radio PincoPallino”

oppure

“Vinci 1.000 Euro in contanti” ?

La pagina del concorso deve invogliare le persone a intraprendere un’azione, come compilare un modulo online o ascoltare la radio in un determinato momento.
Le prime parole sulla pagina web dovrebbero motivare le persone a intraprendere quell’azione.
Troppo spesso, invece, si pensa al “branding” quando scriviamo testi per il web, invece dovremmo concentrarci sulla motivazione degli ascoltatori a intraprendere un’azione specifica.

  • Non dare per scontato che i visitatori di questa pagina web abbiano sentito parlare del concorso in onda.

Assicurati che le istruzioni per partecipare al concorso siano chiare anche a quelli che non hanno familiarità con la Radio.
A volte le pagine di un concorso dicono: “Per partecipare, iscriviti al Fun Club”, senza alcuna spiegazione di cosa sia un Fun Club.

Potresti scrivere ad esempio: “Per partecipare, iscriviti alla nostra Newsletter settimanale via e-mail”.

  • Nella pagina del concorso, assicurati di spiegare chiaramente come viene scelto il vincitore.

Ad esempio, “Ogni giorno, il conduttore Mario Rossi annuncerà un nome a caso durante la sua trasmissione mattutina. Se è il tuo nome, avrai 15 minuti per chiamare la radio e vincere il tuo premio.”

  • Infine, se stai chiedendo molte informazioni nel modulo di iscrizione per il tuo concorso, spiega all’ascoltatore perché lo stai facendo.
    Le persone odiano ricevere telefonate non richieste, quindi sono riluttanti a compilare moduli che richiedono il loro numero di telefono.

Se hai bisogno del numero di telefono di chi ascolta, spiega perché: “Ti chiameremo solo se ti selezioneremo come nostro vincitore”.
Se non hai bisogno del numero di telefono dell’ascoltatore, non chiederlo (lo stesso vale per il loro indirizzo).

2.Fai pubblicità con noi!

Molti siti web di Radio hanno una pagina “Pubblicizza con noi” o “Pubblicità” che contiene un paragrafo di apertura dove si vanta di se stessa: “Radio ABCD (nome fittizio) raggiunge oltre 250.000 ascoltatori giornalieri bla bla bla”.

Ma siamo sinceri!
In qualità di potenziale inserzionista, non sono interessato alla qualità della tua Radio!
Mi interessa solo quello che puoi fare per me.

Eppure così tante Radio perdono questa opportunità sulla loro pagina web “Pubblicità”.

  • Le stazioni parlano di se stesse quando invece dovrebbero parlare del potenziale cliente.

Invece di iniziare con un paragrafo sulla tua Radio, apri con un paragrafo sulla persona interessata alla pubblicità.

  • Di cosa ha bisogno?
  • Quali problemi sta affrontando?

Identifica e descrivi il problema.

Ad esempio, potresti aprire con “La tua azienda ha bisogno di raggiungere più persone …”

Il paragrafo successivo dovrebbe descrivere come la tua Radio può risolvere il problema: “Possiamo aiutarti a raggiungere nuovi clienti entro …”

L’ultimo paragrafo può quindi vantarsi della stazione: “Radio ABCD (nome fittizio) raggiunge oltre 250.000 ascoltatori giornalieri bla bla bla”.

Assicurati solo che, il testo faccia riferimento a cose che interesserebbero a un cliente, non ad un ascoltatore. Mantieni questa pagina orientata verso potenziali clienti.

Questi sono solo due esempi, ma in pratica, i testi su ogni pagina del sito web della tua Radio dovrebbero usare un linguaggio orientato al visitatore.

  • Prenditi del tempo per rivedere il tuo sito web con occhi nuovi …e se mette prima la Radio o chi l’ascolta.
Citazioni di web marketing

Citazioni di web marketing

Per ispirarti ad assumere un’altra prospettiva!

“Il miglior marketing, non sembra marketing”
Tom Fishburne

I consumatori sono persone esperte: consapevoli di cosa sia un annuncio, che si tratti di un banner su un sito Web o di una ricerca a pagamento. Il moderno analista di mercato digitale deve trovare modi in cui il marketing sia una conversazione naturale e non un’intrusione.

“Un aspetto essenziale della creatività è non aver paura di fallire”
Edwin Land

Le scelte forti richiedono il fallimento. Il fallimento rende la persona più forte.

“O scrivi qualcosa che valga la pena leggere o fai qualcosa di cui valga la pena scrivere”
Benjamin Franklin

In poche parole, uno dei metodi di marketing più semplici della storia!

“Progetta come se avessi ragione e poi ottimizza come se avessi torto fin dall’inizio”
Jordie van Rijn

Compiere scelte forti, richiede la massima fiducia nelle proprie decisioni. Essere aperti alle critiche e pronti a cambiare velocemente, manterrà quelle scelte funzionanti.

“Voglio fare affari con un’azienda che considera l’invio di e-mail come un privilegio, non come una transazione”
Andrea Mignolo

Parlare ad un potenziale cliente, significa spendere tempo. Avvicinati con rispetto: ti metterà in una posizione migliore fin dall’inizio di qualsiasi interazione.

“Il business ha solo due funzioni: marketing e innovazione”
Milan Kundera

Nel business moderno – indipendentemente dal settore – un’azienda di successo si concentra sull’innovazione e racconta la storia di quell’innovazione. Tutto il resto è semplicemente il risultato di queste azioni.

“Smettila di vendere! Inizia ad aiutare.”
Zig Ziglar

Hai notato come “vendere” sia diventata una parola negativa? Nessuno vuole essere comprato o venduto. Le persone vogliono trovare soluzioni e costruire relazioni. Il tuo lavoro, come brand, consiste nell’educare ed informare. Se lo fai bene, la vendita avviene naturalmente.

“Per continuare a vincere nel marketing su Internet, i tuoi contenuti devono essere più che geniali. Devono dare, alle persone che consumano, la possibilità di diventare una versione migliore di se stessi”
Michelle Stinson Ross

I contenuti di qualità sono un pilastro del Marketing digitale: devono essere pertinenti ed interessanti, ma soprattutto fonte di ispirazione. I tuoi dovrebbero rispondere alla domanda dell’utente “Come migliorerà la mia vita?”

“Rischia e continua a provare! Perché ciò che funziona oggi non funzionerà domani, ma ciò che ha funzionato ieri potrebbe funzionare di nuovo”
Amrita Sahasrabudhe

Una delle poche certezze nel marketing digitale è il cambiamento. Quindi non puoi diventare accomodarti sul presente e fermarti, ma, nonostante tutto, mantieni alto il focus sui successi del passato.

“Uno dei modi migliori per sabotare i tuoi contenuti, consiste nel non legarli ai tuoi obiettivi. Scopri perché stai creando contenuti”
Ellen Gomes

Non limitarti a creare contenuti, tanto per farlo! Ci dev’essere sempre un obiettivo, altrimenti essi saranno insignificanti. Quale azione vuoi che gli utenti mettano in pratica dopo averli letti, visti o ascoltati?

“Non puoi vendere niente, se non dici niente”
Beth Comstock

Il potere della semplicità. Se non puoi dire rapidamente a un utente come cambierà la sua vita o come riuscirà a risolvere un problema, è improbabile che tu possa vendere.

“La gente non compra “quello” che fai, ma compra “il perché” lo fai”
Simon Sinek

Il “perché” è il senso profondo del tuo brand e conta molto di più delle sue caratteristiche e dei vantaggi che proponi. Se il tuo “perché” è convincente, gli utenti rimarranno, per saperne di più.

“Il 90% si fida dei commenti sui social network (anche di estranei). Solo il 15-18% si fida dei brand ”
Danny Brown

Questa citazione rappresenta il potere dell’influenza dei social media. Se la massa sostiene che una cosa sia valida, semplicemente ci si crede, se a dirlo è un brand, invece, ci sarà sempre un pizzico di scetticismo.

“Il contenuto crea Relazioni, le relazioni si basano sulla Fiducia, la fiducia genera Entrate”
Andrew Davis

Il contenuto è la chiave di tutto! È la cosa più importante che devi creare per sviluppare relazioni, senza contenuto è come se tu stessi lanciando freccette ad un bersaglio in movimento.

“Google ti ama solo quando tutti gli altri ti amano per primi!!”
Wendy Piersal

Google classifica i tuoi contenuti in base alle azioni degli altri. Non ti ricompensa semplicemente perché stai usando parole chiave popolari. Ti ricompensa solo se gli utenti leggono, condividono e interagiscono con i tuoi contenuti.

“Dobbiamo smetterla di essere l’interruzione di un’azione a cui le persone sono interessate e diventare invece ciò a cui le persone sono interessate”
Craig Davis

Questa citazione supporta l’idea che affinché il marketing funzioni, deve essere interessante. Non essere l’interruzione di ciò che qualcuno vuole consumare, sii invece consumabile.

“Il marketing non riguarda più le cose che fai, ma la storia che racconti”
Seth Godin

Quando il tuo marchio racconta una grande storia, i consumatori iniziano a fidarsi e ad apprezzarti. Questa risposta emotiva è la chiave per la conversione nel mondo del marketing moderno.

Come ottimizzare i contenuti di un Sito Internet

Come ottimizzare i contenuti di un Sito Internet

HO 10 SECONDI DI TEMPO!

  1. Ho un problema
  2. Cerco il mio problema su Google
  3. Se ben posizionato tra le prime pagine del motore di ricerca, entro nel tuo sito internet
  4. Se trovo immediatamente il mio problema rimango
  5. Se non trovo il mio problema me ne torno su Google dopo 10 SECONDI…!

I contenuti di un sito INSOMMA devono essere focalizzati sui problemi.
E solo SUCCESSIVAMENTE proporre le soluzioni che offri.